Trapianto di capelli con tecnica FUE

Al giorno d’oggi la calvizie è un problema sempre più comune che interessa il 70% degli uomini e il 40% delle donne, ad un certo stadio della loro vita. Generalmente, l’uomo presenta un diradamento dei capelli a partire dall’attaccatura alle tempie e al vertice; la donna, invece, di solito ha un diradamento diffuso sulla parte alta. A provocare questa spiacevole condizione, influiscono sia fattori ambientali che genetici, ma esistono dei rimedi: il trapianto di capelli con tecnica FUE è uno di questi.

Trapianto capelli: Turchia Vs. Italia

Intervenire sul problema di calvizie con il trapianto di capelli, vuol dire sottoporsi ad un vero e proprio intervento di chirurgia estetica. Ad oggi, il turismo medico verso la Turchia, che sembra oramai essere considerato il Paese specializzato in questo trattamento estetico, è diventato sempre più frequente. Ma c’è davvero un’informazione corretta ed esaustiva in merito all’argomento?
Scegliere la struttura giusta a cui affidarsi, è essenziale al fine del risultato che si vuole raggiungere. Capiamo esattamente perché sia più opportuno farla in Italia.

Tecnica Fue: 7 motivi sul perché farla in Italia 

  1. L’assistenza totale e prolungata nel tempo
  2. Il post parto sereno e privo di preoccupazioni
  3. Specialista /specialisti a disposizione a pochi chilometri di distanza
  4. Nessuna necessità di sostenere lunghi viaggi e quindi, guadagno di tempo e denaro
  5. La rapidità dell’intervento e la disponibilità immediata nel caso di un post intervento difficile
  6. La sicurezza di comunicare con il proprio medico parlando la stessa lingue, senza incappare in sgradevoli fraintendimenti, possibili quando si parlano due lingue differenti
  7. Il rispetto delle norme igienico sanitarie, a garanzia di un intervento in sicurezza per il paziente che vi si sottopone, che in Italia sono tra le più rigide
  8. Conoscere il chirurgo fin dalla prima consulenza, affidandosi a lui per il raggiungimento di determinati risultati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment